NAVIGAZIONE
AL CENTRO DI ROMA Studio Desanka Raskovic Via Mario de’ Fiori 59/a ROMA Lunedì 9-19 Mercoledì 9-19 Venerdì 9-19 In altri orari su appuntamento Visite domiciliari su richiesta
A MORLUPO Studio Luca Lapponi Via Aldo Moro 405 MORLUPO Martedì 9-19 Giovedì 9-19 In altri orari su appuntamento Visite domiciliari su richiesta
CONTATTI EMAIL: lucalapponi@gmail.com TELEFONO 335-6873116

TERAPIE MANUALI

MASSOTERAPIA

L a massoterapia è il massaggio terapeutico dei muscoli e del tessuto connettivale. La si pratica in caso di: muscolatura contratta, muscolatura dolente (acido lattico), tendini contratti o induriti, tessuto connettivale teso e/o incollato, tessuto con ritenzione idrica, tessuto con cellulite, tessuto lasso/atonico, inserzioni muscolari induriti/dolenti.

KINESITERAPIA

L a kinesiterapia o terapia di movimento è una particolare branca delle terapie manipolative che si prefigge la riabilitazione e la rieducazione funzionale di singoli muscoli o gruppi muscolari o dell’intero organismo, attraverso l’attuazione di specifici movimenti. Si distingue una kinesiterapia passiva, in cui i vari movimenti vengono fatti svolgere all’organismo da una forza esterna ed una kinesiterapia attiva, in cui è l’organismo stesso che deve produrre, attraverso il suo apparato muscolare, l’energia necessaria alla realizzazione degli esercizi.

RIEDUCAZIONE POSTURALE

L a rieducazione posturale è una tecnica di riabilitazione individuale che pensa al corpo come ad un sistema globale, organizzato in catene cinetiche che influenzano lo scheletro. Nell’esecuzione della metodica il terapista ricerca un lavoro di armonizzazione delle catene muscolari in modo da riportare il corpo verso modelli fisiologici nel rispetto della struttura osteoarticolare, favorendo così una presa di coscienza del corporeo e una risoluzione della causa del dolore e della deformazione.

MOXA TERAPIA

L a moxa è una termoterapia localizzata sui punti dei meridiani energetici della Medicina Tradizionale Cinese e il termine significa: "Erba che brucia". L'erba impiegata si chiama artemisia. Viene utilizzata in molti casi, specialmente dove il problema è causato da quella che nella Medicina Tradizionale Cinese viene definita sindrome BI, malattia da freddo, vento e umido. Con la moxa oltre a trattare le zone direttamente, si tonificano anche punti distali (lontani dalla zona ma che risultano utili indirettamente). Viene abbinata spesso al trattamento shiatzu nelle condizioni di carenza energetica ed in quelle aggravate dalle condizioni climatiche avverse.

OSTEOPATIA

L 'osteopatia è una medicina non convenzionale riconosciuta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. L’osteopatia è un metodo manuale basato sul principio che il nostro corpo può sfruttare al meglio le proprie capacità di auto guarigione quando le sue strutture hanno una buona mobilità e la nutrizione dei tessuti è ottimale. L’osteopata cerca quindi di migliorare e riequilibrare la funzione dell’organismo a livello articolare e posturale. Attraverso tecniche manuali si ottimizza la mobilità di articolazioni e tessuti in modo da alleviare e prevenire dolori causati da posture errate e traumi.

SHATZUTERAPIA

L o shiatzu, dal giapponese “shi”= dito e “atzu”= pressione, è una tecnica manuale in cui il massaggio viene praticato con la sola pressione delle dita senza l’utilizzo di alcuno strumento che si frapponga tra il massaggiatore e chi riceve il trattamento. Si tratta di pressioni mantenute sul corpo, lungo i cosiddetti meridiani, ovvero i canali attraverso cui, secondo la filosofia orientale, passa l’energia, e su diverse aree del corpo. Tali pressioni riarmonizzano i flussi di energia attraverso organi, muscoli, articolazioni e ghiandole.

TERAPIE FISICHE (STRUMENTALI)

MAGNETOTERAPIA

L a magnetoterapia è l’impiego dei campi magnetici pulsati a bassa frequenza, oppure l’impiego di emissioni elettromagnetiche complesse ad alta frequenza, con finalita’ di cura medica. Le onde elettromagnetiche sono impiegate nella terapia fisica riabilitativa con effetti antalgici, nell’osteoporosi, nella patologie infiammatorie, nel riequilibrio neuro-immuno-endocrino secondo il moderno approccio biologico e medico-scientifico ai processi metabolici e regolativi integrati.

VACUUM TERAPIA

La vacuum terapia è un trattamento con finalità sia mediche che estetiche. Sfrutta un'azione di “aspirazione” della parte interessata per favorire la circolazione sanguigna e linfatica, ridurre gonfiori e pesantezza dovuti al ristagno dei liquidi. La Vacuum terapia è legata ad una tradizione dell'antica Cina che prevedeva l'utilizzo di piccole coppe vuote applicate direttamente sulla pelle dell'area da trattare provocando una sorta di risucchio o effetto ventosa. Il trattamento tende anche a scollare le aderenze miofasciali, dovute alla vita che nella nostra società permette poco movimento, avendo quindi un ottimo effetto analgesico e antinfiammatorio.

ELETTROSTIMOLAZIONI

L a natura elettrochimica della trasmissione dell'impulso neuromotorio ha consentito l'applicazione di correnti elettriche adeguate in termini di frequenza (Hz), intensità (mA) e durata (msec), ad uso terapeutico-riabilitativo e sportivo. L'elettrostimolazione, sfruttando tale principio fisico, è in grado di contrarre, sottraendole alla volontà, le fibre muscolari ed indurre analgesia "spegnendo" l'impulso doloroso trasportato dai nervi periferici. Questa sedazione del dolore, che avviene senza assunzione di farmaci, consente di affrontare il percorso riabilitativo, spesso doloroso e mal tollerato, con maggior facilità da parte del paziente.

LASERTERAPIA

L aserterapia è un termine con il quale si designa l’uso terapeutico del laser (Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation, amplificazione di luce attraverso l’emissione stimolata di radiazione). L’ortopedia è uno degli ambiti della medicina in cui le capacità terapeutiche del laser sono particolarmente utilizzate. Il raggio laser entra nei tessuti e provoca una risposta biochimica sulla membrana cellulare e all’interno dei mitocondri. Fra gli effetti sono da segnalare la vasodilatazione, con conseguente aumento della temperatura della zona interessata, aumento del metabolismo, stimolazione neurovegetativa e modifica della pressione idrostatica intracapillare, l’aumento del drenaggio linfatico e l’attivazione del microcircolo.

TERAPIA AD ULTRASUONI

L a terapia ad ultrasuoni si avvale di vibrazioni sonore a frequenze molto elevate non percettibili all’orecchio umano. L’irradiazione ultrasonora produce un effetto pulsante meccanico (micro-massaggio) ed un effetto termico che, sommandosi, facilitano ed esaltano gli scambi cellulari ed intracellulari. Gli ultrasuoni hanno un effetto: antalgico (contro il dolore); antiedemigeno, ovvero contro il gonfiore (poiché permettono di muovere il liquido all’interno dei tessuti biologici); fibrinolitico (contro le aderenze tessutali e per riallineare le fibre di collagene); di biostimolazione cellulare; di azione rilassante nei confronti delle strutture muscolari.

TENS

L a TENS è un acronimo dei termini inglesi Transcutaneous Electrical Nerve Stimulation (stimolazione elettrica transcutanea dei nervi); con tale acronimo si designa una tecnica di elettroterapia che viene utilizzata soprattutto a fini antalgici (antidolorifici). La stimolazione elettrica transcutanea dei nervi periferici induce la riduzione dei sintomi dolorosi. Gli effetti analgesici della TENS dipendono da vari fattori: l’eccitazione selettiva delle fibre nervose di grosso calibro con conseguente inibizione dei neuroni spinali che sono coinvolti nella trasmissione dolorosa, il rilascio di endorfine e l’attenuazione della tensione muscolare.
TERAPIE
NAVIGAZIONE
TERAPIE

TERAPIE

MANUALI

MASSOTERAPIA

L a massoterapia è il massaggio terapeutico dei muscoli e del tessuto connettivale. La si pratica in caso di: muscolatura contratta, muscolatura dolente (acido lattico), tendini contratti o induriti, tessuto connettivale teso e/o incollato, tessuto con ritenzione idrica, tessuto con cellulite, tessuto lasso/atonico, inserzioni muscolari induriti/dolenti.

KINESITERAPIA

L a kinesiterapia o terapia di movimento è una particolare branca delle terapie manipolative che si prefigge la riabilitazione e la rieducazione funzionale di singoli muscoli o gruppi muscolari o dell’intero organismo, attraverso l’attuazione di specifici movimenti. Si distingue una kinesiterapia passiva, in cui i vari movimenti vengono fatti svolgere all’organismo da una forza esterna ed una kinesiterapia attiva, in cui è l’organismo stesso che deve produrre, attraverso il suo apparato muscolare, l’energia necessaria alla realizzazione degli esercizi.

RIEDUCAZIONE POSTURALE

L a rieducazione posturale è una tecnica di riabilitazione individuale che pensa al corpo come ad un sistema globale, organizzato in catene cinetiche che influenzano lo scheletro. Nell’esecuzione della metodica il terapista ricerca un lavoro di armonizzazione delle catene muscolari in modo da riportare il corpo verso modelli fisiologici nel rispetto della struttura osteoarticolare, favorendo così una presa di coscienza del corporeo e una risoluzione della causa del dolore e della deformazione.

MOXA TERAPIA

La moxa è una termoterapia localizzata sui punti dei meridiani energetici della Medicina Tradizionale Cinese e il termine significa: "Erba che brucia". L'erba impiegata si chiama artemisia. Viene utilizzata in molti casi, specialmente dove il problema è causato da quella che nella Medicina Tradizionale Cinese viene definita sindrome BI, malattia da freddo, vento e umido. Con la moxa oltre a trattare le zone direttamente, si tonificano anche punti distali (lontani dalla zona ma che risultano utili indirettamente). Viene abbinata spesso al trattamento shiatzu nelle condizioni di carenza energetica ed in quelle aggravate dalle condizioni climatiche avverse.

OSTEOPATIA

L 'osteopatia è una medicina non convenzionale riconosciuta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità. L’osteopatia è un metodo manuale basato sul principio che il nostro corpo può sfruttare al meglio le proprie capacità di auto guarigione quando le sue strutture hanno una buona mobilità e la nutrizione dei tessuti è ottimale. L’osteopata cerca quindi di migliorare e riequilibrare la funzione dell’organismo a livello articolare e posturale. Attraverso tecniche manuali si ottimizza la mobilità di articolazioni e tessuti in modo da alleviare e prevenire dolori causati da posture errate e traumi.

SHATZUTERAPIA

L o shiatzu, dal giapponese “shi”= dito e “atzu”= pressione, è una tecnica manuale in cui il massaggio viene praticato con la sola pressione delle dita senza l’utilizzo di alcuno strumento che si frapponga tra il massaggiatore e chi riceve il trattamento. Si tratta di pressioni mantenute sul corpo, lungo i cosiddetti meridiani, ovvero i canali attraverso cui, secondo la filosofia orientale, passa l’energia, e su diverse aree del corpo. Tali pressioni riarmonizzano i flussi di energia attraverso organi, muscoli, articolazioni e ghiandole.

TERAPIE FISICHE

(STRUMENTALI)

MAGNETOTERAPIA

L a magnetoterapia è l’impiego dei campi magnetici pulsati a bassa frequenza, oppure l’impiego di emissioni elettromagnetiche complesse ad alta frequenza, con finalita’ di cura medica. Le onde elettromagnetiche sono impiegate nella terapia fisica riabilitativa con effetti antalgici, nell’osteoporosi, nella patologie infiammatorie, nel riequilibrio neuro-immuno-endocrino secondo il moderno approccio biologico e medico-scientifico ai processi metabolici e regolativi integrati.

VACUUM TERAPIA

La vacuum terapia è un trattamento con finalità sia mediche che estetiche. Sfrutta un'azione di “aspirazione” della parte interessata per favorire la circolazione sanguigna e linfatica, ridurre gonfiori e pesantezza dovuti al ristagno dei liquidi. La Vacuum terapia è legata ad una tradizione dell'antica Cina che prevedeva l'utilizzo di piccole coppe vuote applicate direttamente sulla pelle dell'area da trattare provocando una sorta di risucchio o effetto ventosa. Il trattamento tende anche a scollare le aderenze miofasciali, dovute alla vita che nella nostra società permette poco movimento, avendo quindi un ottimo effetto analgesico e antinfiammatorio. .

ELETTROSTIMOLAZIONI

L a natura elettrochimica della trasmissione dell'impulso neuromotorio ha consentito l'applicazione di correnti elettriche adeguate in termini di frequenza (Hz), intensità (mA) e durata (msec), ad uso terapeutico-riabilitativo e sportivo. L'elettrostimolazione, sfruttando tale principio fisico, è in grado di contrarre, sottraendole alla volontà, le fibre muscolari ed indurre analgesia "spegnendo" l'impulso doloroso trasportato dai nervi periferici. Questa sedazione del dolore, che avviene senza assunzione di farmaci, consente di affrontare il percorso riabilitativo, spesso doloroso e mal tollerato, con maggior facilità da parte del paziente.

LASERTERAPIA

L aserterapia è un termine con il quale si designa l’uso terapeutico del laser (Light Amplification by Stimulated Emission of Radiation, amplificazione di luce attraverso l’emissione stimolata di radiazione). L’ortopedia è uno degli ambiti della medicina in cui le capacità terapeutiche del laser sono particolarmente utilizzate. Il raggio laser entra nei tessuti e provoca una risposta biochimica sulla membrana cellulare e all’interno dei mitocondri. Fra gli effetti sono da segnalare la vasodilatazione, con conseguente aumento della temperatura della zona interessata, aumento del metabolismo, stimolazione neurovegetativa e modifica della pressione idrostatica intracapillare, l’aumento del drenaggio linfatico e l’attivazione del microcircolo.

TERAPIA AD ULTRASUONI

L a terapia ad ultrasuoni si avvale di vibrazioni sonore a frequenze molto elevate non percettibili all’orecchio umano. L’irradiazione ultrasonora produce un effetto pulsante meccanico (micro- massaggio) ed un effetto termico che, sommandosi, facilitano ed esaltano gli scambi cellulari ed intracellulari. Gli ultrasuoni hanno un effetto: antalgico (contro il dolore); antiedemigeno, ovvero contro il gonfiore (poiché permettono di muovere il liquido all’interno dei tessuti biologici); fibrinolitico (contro le aderenze tessutali e per riallineare le fibre di collagene); di biostimolazione cellulare; di azione rilassante nei confronti delle strutture muscolari.

TENS

L a TENS è un acronimo dei termini inglesi Transcutaneous Electrical Nerve Stimulation (stimolazione elettrica transcutanea dei nervi); con tale acronimo si designa una tecnica di elettroterapia che viene utilizzata soprattutto a fini antalgici (antidolorifici). La stimolazione elettrica transcutanea dei nervi periferici induce la riduzione dei sintomi dolorosi. Gli effetti analgesici della TENS dipendono da vari fattori: l’eccitazione selettiva delle fibre nervose di grosso calibro con conseguente inibizione dei neuroni spinali che sono coinvolti nella trasmissione dolorosa, il rilascio di endorfine e l’attenuazione della tensione muscolare.
LUCA LAPPONI - FISIOTERAPISTA Tel. 335-6873116
LUCA LAPPONI - FISIOTERAPISTA Tel. 335-6873116